L’altra faccia della moda

Abla Xhaferri

Una settimana fa la rivista Vogue Italia ha pubblicato in copertina tre bellissime modelle “in carne”, niente ossa in vista. Tutto questo per rappresentare e celebrare la vera bellezza del corpo della donna.

Un corpo con belle curve e morbide linee, è quasi impossibile vederlo sulle passerelle. Sì perché da sempre a sfilare non ci sono modelle dal peso “normale”, ma scheletri che fanno fatica a stare in piedi.

,Modelle ben consapevoli dei rischi che corrono: bulimia e anoressia, delle volte “obbligate” a portare taglie troppo piccole per la loro corporatura, altrimenti escluse dalle sfilate e di conseguenza disoccupate. Sono gli stilisti, in primis, a prediligere le modelle magrissime rispetto a quelle più “in carne” perché – sottolineano –  mostrano al meglio le loro creazioni.

Dopo diverse e continue critiche, molti stilisti hanno dichiarato di non scegliere più ragazze sotto la taglia 38- 40 e dunque di voler cambiare questa situazione vergognosa. Ancora, però, ci sono modelle che denunciano come nulla sia veramente cambiato dichiarando che le più favorite continuano ad essere sempre le magrissime.

In realtà qualcosa si sta lentamente muovendo nella direzione giusta. In prima linea, a combattere contro le modelle magrissime in passerella e contro i siti internet che danno consigli su come diventare anoressiche, vi è la direttrice di Vogue Italia Franca Sozzani. Sulla pagina web della rivista da lei diretta, infatti, è stato aperto un blog dove ognuno può esprimere la propria opinione, lasciare suggerimenti e soprattutto segnalazioni su questa problematica.

Altra grande novità per la lotta contro l’anoressia nel mondo della moda, è l’introduzione della taglia 44 in Miss Italia 2011. Fino ad ora le ragazze che si sono iscritte al concorso di bellezza, che portano la taglia 44, sono ben 352. E’ il Lazio, con 51 iscritte, la regione che ha maggiormente fatto propria la novità introdotta nel Concorso dalla patron Patrizia Mirigliani.

La situazione sicuramente migliorerà, proprio come avvenuto dopo la decisione di non creare più abiti ed accessori con pelle proveniente da animali. Questo perchè il mondo della moda è sempre impegnato nella continua ricerca del miglioramento e della perfezione.

Presto si renderanno conto che modelle con un altezza di 170 cm e un peso corporeo di circa 45 kg (misure della taglia 38) sono fuori dal normale e nemmeno belle da guardare.

Informazioni su Abla Xhaferri

Laureata in Scienze Politiche (Comunicazione. Media e Giornlismo). Per me il ruolo del giornalista consiste nel dar voce, in modo umano, a chi non ce l'ha. In "Giardino di Scheggia", mi occupo principalmente di tematiche sociali, di non profit, volontariato ed iniziative umanitarie che mi toccano il cuore!! https://giardinodischeggia.wordpress.com/
Questa voce è stata pubblicata in Attualità, Blog, Eventi, Spettacolo e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Dimmi la tua!!! :-D

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...